La storia di Santorini

L’isola di Santorini è uno dei posti più magici al mondo.
I primi abitanti sono stati i pre ellenesi che vi arrivarono nel 3000 a.C.

Chiamarono l’isola Stroggyli (che signifa tondo) per la sua forma. Dopo, quando i Fenici colonizzarono l’isola, attratti dalla bellezza del suo paesaggio la chiamarono Kallisti (che significa la più bella).

I Dori da Sparta, accompagnati dal loro re Theras, popolarono l’isola nel 1115 a.C. e le cambiarono il nome in Thera. Intorno al 1200 d.C., dopo l’occupazione franca, prese il nome di Santa Irene, dopo una piccola chiesa a Therassia, da qui il nome di Santorini.

La più grande eruzione del Vulcano nel 1450 a.C. è rimasta impressa per sempre nella storia dell’umanità. La parte centrale dell’isola, circa 80 kmq, collassò in fondo al mare e le onde si alzarono fino a ricoprire tutto formando un gigante bacino che oggi è chiamato Caldera. Durante l’eruzione l’intero Egeo diventò nero, le onde si alzarono fino a 250 metri e, con una velocità di 350 km/h, raggiunsero l’isola di Creta distruggendo la civiltà di Cnosso e di Micene. Teorie mai dimostrate suggeriscono che questo evento potrebbe essere collegato all’inabissamento di Atlantide.

L’eruzione ha portato a un brusco arresto dello sviluppo della società ricca e dell’unica civiltà florida influenzata dalla cultura micenea, come è rappresentato sui dipinti murali, e sui numerosi reperti degli scavi di Akrotiri.

Durante l’antichità, Thera si sottomise ai persiani che divennero alleati degli spartani e, dal 426 a.C., diventò parte del dominio ateniese. Dopo fu conquistata dai tolemaici, i romani, i bizantini e i franchi. Nel 1579 Santorini è stata occupata dai turchi e finalmente nel 1832 entrò a far parte della Grecia.

Santorini oggi conta 10.000 abitanti. Il capoluogo dell’isola è Fira. Uno dei paesi più eleganti è Oia (che si pronuncia Ia), molto conosciuta in tutto il mondo per i suoi tramonti spettacolari. Le spiagge nere, le aspra scogliera e i colori del vulcano fanno di Santorini un posto eccezionale da visitare.

Nella Caldera, a 400 metri di profondità, esite ancora un cratere gigante profondo 10 km. L’architettura dell’isola è strettamente legata ai bisogni delle persone e alla bellezza dell’isola delle Cicladi. Il visitatore rimane colpito dalle case tradizionali costruite nella roccia con i loro colori vivaci. Ci sono più di 300 chiese con cupole in tutta l’isola, e pochissimi palazzi imponenti che sono resistiti al terribile terremoto del 1956.

Santorini è un posto incantevole e romantico e per questo le coppie vengono da tutto il mondo per trascorrere qui la loro luna di miele. Blue Dolphins hotel ha una suite speciale per chi viene a trascorrere la luna di miele!

Dopo aver completato il nostro piccolo viaggio attraverso i sentieri della storia, vi auguriamo un felice soggiorno nella nostra meravigliosa isola!